RICETTE BIMBY – GIRANDOLE AI CARCIOFI

Un altro  ortaggio tipico di questa

stagione è il “carciofo”,

ricco di vitamina B1, B3

e di alcuni minerali  come il potassio

ed il sodio.

Oggi, l’ho utilizzato per preparare 

con il “Bimby”, delle “Girandole”,

che vanno benissimo per il  pranzo di

Pasqua!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

DSCF1045.JPG

Ingredienti per 3 persone:

per la pasta:

3 uova

10 g di olio evo

5 g di sale ( 1 cucchiaino)

220 g di farina 00

100 g di farina di semola di grano duro

20 g di acqua al bisogno


Per il ripieno:

350 g di carciofi

100 g di parmigiano grattugiato

olio evo 

1 pizzico di sale

pepe q.b.

 

DSCF1016.JPG

foto 2

DSCF1019.JPG

foto 3


Preparazione

Pulite i carciofi eliminando i gambi e le

foglie più dure.

Tagliateli a metà e disponeteli

in una ciotola con dell’acqua

e del succo di limone per evitare che anneriscano.

Lessateli in  acqua salata per una decina di minuti.

Una volta cotti, metteteli a  scolare e  

conditeli con dell’olio evo e del pepe.

Frullateli e mescolateli con il  parmigiano. 

Preparate la pasta mettendo nel boccale

del “Bimby”  le uova, l’olio, il sale e le due farine.

Impastare per  1min. – boccale chiuso –

spiga di grano.

Solo se l’impasto non si compatta

in grosse briciole, aggiungete  20 g

di acqua attraverso il foro del coperchio

ed impastatate di nuovo.

Compattare con le mani e  lavorare

l’impasto velocemente sulla spianatoia.

Metterlo in una ciotola, coprirlo  

e lasciarlo riposare per 10 minuti.

Riprendere l’impasto e con il matterello,

stenderlo in una sfoglia sottile e rettangolare.

Stendere il ripieno vicino al bordo del

rettangolo di sfoglia (vedi foto 2).

Ripiegare la sfoglia intorno al ripieno

e chiudere facendo aderire i due lembi e

formando un cilindro (vedi foto 3).

Tagliare il cilindro con una rotella.

Arrotolarlo su se stesso formando

una spirale (vedi foto 4).

Appoggiare le girandole ottenute  

sul vassoio del Varoma precedentemente

rivestito con della carta forno.

Mettere nel boccale 500 g di acqua,

posizionare il  Varoma e cuocere

per 15 min.- Varoma – vel. cucchiaio.

Irrorare le girelle con del burro fuso,

spolverizzarle con del parmigiano

e servirle subito.

 

DSCF1031.JPG







STRACCETTI AL SUGO

Se qualcuno,mi avesse detto che un giorno,avrei provato a fare la pasta all’uovo,non ci avrei mai creduto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Invece è successo e per questo, devo ringraziare il “Molino Chiavazza”,che mi ha fatto recapitare a casa un pacco con alcuni dei suoi prodotti che sono,uno,migliore dell’altro. Essendo per me,la prima volta che faccio una cosa del genere,non ho preparato  i “filei calabresi”, e nemmeno, dei ravioli o dei tortelli, ho tagliato semplicemente la sfoglia a strisce irregolari che ho  chiamato “straccetti” e li ho conditi con del sugo di carne!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! 


Ecco i prodotti del “Molino Chiavazza”:

una confezione di “semola rimacinata di grano duro”

una confezione di “amido di mais”

una confezione di “couscous”

una confezione di “farina 00 di grano tenero Antigrumi”

una confezione di “farina integrale”

una confezione di “farina tipo 0 manitoba”

una confezione di “farina 00 di grano tenero”


Visualizza «a - il Molino».bmp in una presentazione

pasta all'uovo,primo piatto,farina di semola,straccetti al sugo.

 

 

 


http://www.molinochiavazza.it/index.php

 

 pasta all'uovo,primo piatto,farina di semola,straccetti al sugo.












Ho voluto provare subito la “semola rimacinata di grano duro” e, seguendo le indicazioni che ci sono sul retro del pacco,ho preparato la pasta.

pasta all'uovo,primo piatto,farina di semola,straccetti al sugo.

Ingredienti per la pasta:

 500 g di semola rimacinata di grano duro “il molino chiavazza”

 2 uova

 un pizzico di sale

 

Per il sugo:

costine di maiale

passata di pomodoro

olio evo

sale

cipolla

pasta all'uovo,primo piatto,farina di semola,straccetti al sugo.


Preparazione

Disporre sulla spianatoia, la semola rimacinata a fontana, 

unire le uova ed il sale. 

Cominciare a sbattere con una forchetta e proseguire

impastando con le mani. Coprire la pasta con la pellicola

e farla riposare per un’ora. 

Stendere una sfoglia dello spessore di circa 3 mm

dare alla pasta la forma desiderata.  Preparare il sugo,mettendo

in una pentola, la cipolla tritata con l’olio. Aggiungere le costine,

salare e farle rosolare. 

Sfumare con il vino bianco e  continuare la cottura ancora per qualche minuto. 

Aggiungere la passata di pomodoro, allungare con  dell’acqua

e proseguire la cottura   a fuoco basso. 

Lessare la pasta, scolare e condire con il sugo.